Accesso civico

Accedi per visualizzare la versione precedente del REGISTRO ACCESSO AGLI ATTI

Contenuto inserito il 31-05-2021 aggiornato al 31-05-2021

Accesso Documentale

(artt. 22 e seguenti L. n. 241/1990; DPR n. 184/2006)

A differenza dell’accesso civico semplice e generalizzato, la richiesta di accesso documentale deve essere motivata.
Il diritto di accesso può essere esercitato da tutti i soggetti che abbiano un interesse diretto, concreto e attuale, corrispondente ad una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento al quale è chiesto l’accesso.

COME SI EFFETTUA LA RICHIESTA
La richiesta di accesso può essere inoltrata utilizzando il fac-simile sotto riportato.
Nella domanda, debitamente sottoscritta, l’interessato deve indicare: a) gli estremi dell’atto o comunque gli elementi che ne consentano l’individuazione;
b) la motivazione, cioè l’interesse connesso all’oggetto della richiesta;
c) la propria identità e ove occorra i propri poteri rappresentativi.

La domanda può essere inviata:
a) per posta;
b) via PEC all’indirizzo protocollo.izsum@legalmail.it;
c) consegnata direttamente o inviata con il fax (unicamente nei rapporti con i privati) o via mail (previa verifica di tutti i presupposti formali per dare seguito alla richiesta d’accesso), alla Struttura che ha contribuito a formare l’atto o che lo detiene stabilmente.
La domanda deve essere tempestivamente protocollata dal ricevente ed il termine del procedimento comincia a decorrere dalla data della protocollazione.
Nel caso la domanda sia presentata dall’interessato a una struttura non competente, quest’ultima è comunque tenuta a riceverla e a trasmetterla immediatamente alla Struttura competente, o, in caso di impossibilità, all’Ufficio Protocollo, che provvederà ad assegnarla alla struttura competente.
Qualora la richiesta sia irregolare o incompleta, il responsabile del procedimento competente, entro 10 giorni, è tenuto a darne tempestiva comunicazione al richiedente con raccomandata con avviso di ricevimento o altro mezzo idoneo ad accertarne la ricezione. Il termine del procedimento ricomincia a decorrere dalla protocollazione della richiesta perfezionata.

La richiesta presentata al fine di esercitare il diritto di accesso può essere rifiutata, limitata o differita dal titolare della Struttura.
Avverso i provvedimenti che escludono o differiscono l’accesso, l’interessato ha facoltà di ricorrere al Tribunale Amministrativo Regionale, secondo la normativa vigente.
 

MODULISTICA:

MODULO RICHIESTA ACCESSO DOCUMENTALE

MODULO PER LA NOTIFICA AI CONTRO INTERESSATI 

 

Contenuto inserito il 31-05-2021 aggiornato al 31-05-2021
  • L'accesso civico semplice è il diritto di chiedere informazioni oggetto di pubblicazione obbligatoria in caso di omessa pubblicazione da parte dell'ente ed è disciplinato dall'art. 5 del d.lgs. n. 33/2013.
    Accesso civico semplice

  • L'accesso civico generalizzato (FOIA) è il diritto di chiedere informazioni ulteriori rispetto a quelle oggetto di pubblicazione obbligatoria.
    Accesso civico generalizzato

  • La tua richiesta è stata respinta?
    Richiedi il riesame

  • Registro degli accessi: elenco delle richieste di accesso documentale, di accesso civico e di accesso generalizzato con indicazione dell'oggetto, della data della richiesa e dell'esito con la data della decisione (determinazione Anac n. 1309).
    Visualizza il registro

Facebook Twitter Linkedin
Recapiti e contatti
Via G.Salvemini - 06126 Perugia (PG)
PEC protocollo.izsum@legalmail.it
Centralino 0753431
P. IVA 00150090546
Linee guida di design per i servizi web della PA